Il tuo browser ha il supporto JavaScript disabilitato. Ti preghiamo di abilitarlo.
Stai usanto un browser non aggiornato. Aggiorna il tuo browser per consultare il sito web.

Gli occhiali perfetti per la mountain bike

giovedì 04 gennaio 2018 — News dai camp — Eventi — Vanotti Cycle Team
Gli occhiali perfetti per la mountain bike

Ciao a tutti, io sono Alessandro Vanotti e oggi voglio parlarti di un’occhiale perfetto per la Mountain Bike, l’Oakley Jawbreaker con lente Prizm Trail! Pronto a pedalare insieme a me? E allora, partiamo!
È vero. Qualche giornata di clima ancora mite ce la stiamo ancora godendo, ma il mese di novembre è comunque arrivato, e per tutti gli appassionati che pedalano su strada inizia la stagione dei mesi più freddi.
Da qualche anno a questa parte però sia i professionisti che gli amatori hanno imparato a sfruttare anche altre discipline, passando da road a MTB durante i mesi freddi invernali, sia per mantenere una condizione fisica ottimale che per scaricare lo stress e le fatiche della stagione appena conclusa.
Anch’io durante l’inverno apprezzo molto la pratica fuoristrada, ed oggi vista la giornata grigia ed uggiosa ho scelto di effettuare la mia prima uscita stagionale in MTB.

L’occhiale che ho scelto oggi per accompagnarmi è il Jawbreaker, di cui vi avevo già parlato qualche tempo fa; approfittando della grande comodità della lente intercambiabile, oggi ho deciso di scegliere e montare una lente specifica per queste condizioni di luce e visibilità, la lente PRIZM TRAIL.

Ecco qui di seguito le mie impressioni fondamentali su questa specifica lente, dal punto di vista tecnico di un utilizzatore evoluto.

1) la PRIZM TRAIL accentua in modo preponderante la gamma di colori caldi legata ai toni del rosso e del marrone; in questo modo mi permette, durante i percorsi nei boschi, con poca illuminazione e condizioni di contrasto piuttosto basse, di vedere meglio in zone d’ ombra e di fare risaltare meglio gli ostacoli sul percorso (tipo radici , sassi , tutto ciò che circonda un sentiero).

2) In queste condizioni di scarsa visibilità ed illuminazione, con la lente PRIZM TRAIL la mia percezione visiva è sempre al massimo, con grande rilievo e contrasto che fanno balzare all’occhio tutti quegli elementi ed ostacoli che alla guida non posso nè devo ignorare o sottovalutare per scarsa visibilità.

3) “Illumina" la vegetazione, accentuando i colori e rendendoli più vivi: si ha così una sensazione di illuminazione ottimale sia nelle zone d’ombra che quando, uscendo dalla vegetazione fitta del bosco, si incontra la luce piena.

L’ unica nota che può penalizzare la lente PRIZM TRAIL , per chi ha gli occhi chiari e/o delicati come me, è che in un utilizzo molto prolungato la sua capacità di esaltare i contrasti può affaticare leggermente la vista, anche se durante la mia prova si è trattato di un effetto molto leggero, quasi impercettibile.

Speriamo che i miei consigli ti siano d’aiuto per quanto sia importante impiegare il giusto occhiale nelle tue “scorribande” in mtb! 

A presto, Alessandro Vanotti 

Per qualsiasi informazione o domanda, contatta Ottica Ceroni.

Google+

Richiedi informazioni

Hai bisogno di maggiori informazioni? Vuoi affidarti a professionisti per i tuoi allenamenti? Vuoi partecipare ad uno dei nostri camp? Semplice! Contattaci attraverso il modulo online.

Contattaci